Home

Linee guida mutilazioni genitali femminili

Linee guida sulle mutilazioni genitali femminili e altre pratiche dannose. Milano, 31.1.2018. In vista della Giornata internazionale contro le mutilazioni genitali femminili (Mgf) del prossimo 6 febbraio e in linea con l'impegno Cisl, in collaborazione con il proprio Coordinamento nazionale Donne,. Mutilazioni genitali L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce le mutilazioni genitali femminili (MGF) come forme di rimozione parziale o totale dei genitali femminili esterni o altre modificazioni indotte agli organi genitali femminili, effettuate per ragioni culturali o altre ragioni non terapeutiche

Documentazione - Linee Guida - Mutilazioni Genitali

Mutilazioni Genitali Femminili: ecco perché vanno fermate In occasione della Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze, Osservatorio Diritti propone un approfondimento sulle mutilazioni genitali femminili: cosa sono, qual è il loro significato, cosa dicono Oms e diritto internazionale, perché e in quali paesi del mondo sono praticate 2. Aspetti etici e legali della mutilazione genitale femminile pag. 27 SECONDA PARTE: Tutela della salute: pag. 31 3. Conseguenze sanitarie della mutilazione genitale femminile pag. 32 4. Problematiche psicosociali relative alla mutilazione genitale femminile pag. 36 5. Linee guida pag. 43 6 Chiunque, in assenza di esigenze terapeutiche, cagiona una mutilazione degli organi genitali femminili è punito con la reclusione da quattro a dodici anni. Ai fini del presente articolo, si intendono come pratiche di mutilazione degli organi genitali femminili la clitoridectomia, l'escissione e l'infibulazione e qualsiasi altra pratica che cagioni effetti dello stesso tipo (2) La Commissione per la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile del Ministero della salute ha prodotto (2007) un Rapporto comprendente le Linee guida per realizzare una attività di prevenzione, assistenza e riabilitazione delle donne e delle bambine già sottoposte a MGF [Testo integrale «Le mutilazioni genitali femminili (MGF) sono un fenomeno vasto e complesso,che include pratiche tradizionali che vanno dall'incisione all'asportazione, parziale o totale, dei genitali femminili esterni. Bambine, ragazze e donne che le subiscono devono fare i conti con rischi gravi e irreversibili per la loro salute, oltre a pesanti conseguenze psicologiche

Mutilazioni genitali femminili: linee guida per operatori

  1. ili e i matrimoni forzati - si spiega nel documento - sono infatti forme di violenza contro le donne basate sul genere che possono - se riferibili alla donna richiedente asilo - costituire atti di persecuzione ai sensi della Convenzione di Ginevra delle Nazioni Unite sullo statuto dei rifugiati del 1951, e della Direttiva Qualifiche dell'Unione Europea
  2. ili razzismo violenza di genere Piera Bevolo psicologa-psicoterapeuta DSMDP Ferite del corpo e dell'anima: le mutilazioni genitali fem
  3. ili, costituisce una di queste problematiche, di importanza tale da aver spinto anche il legislatore ad intervenire attraverso una legge specifica e l'emanazione di linee guida per gli operatori sociali e sanitari
  4. ili Una forma di violenza silenziosa, che calpesta i diritti di bambine e giovani donne mettendo a rischio la loro salute fisica e psicologica. È la pratica delle mutilazioni genitali fem
  5. ili Capitolo 4 Linee guida della comunicazione sulle MGF Barbara Ghiringhelli 4.1 Quale Comunicazione 4.2 La definizione delle linee guida 4.3 Linee guida comunicazione e MGF 6 ECOLAB 11 11 15 17 24 29 44 51 51 55 60 69 71 71 73 73 81 83 83 85 8
  6. ile (FGM) colpisce oltre 200 milioni di donne e ragazze nel mondo. In tutte le sue forme, è riconosciuta a livello internazionale come una grave violazione dei diritti umani delle ragazze e delle donne, tra cui quello della non discri

genitali femminile, prevede il divieto di praticare le mutilazioni genitali femminili, considerandole un grave reato. All'art. 4 la legge prevede che il Ministero della Salute emani le Linee guida destinate all Mutilazioni Genitali Femminili: Tolleranza Zero 6 Febbraio 2018 12 Febbraio 2020 ~ Marie Chiofalo ~ Lascia un commento Il 06 Febbraio si celebra la Giornata Internazionale tolleranza zero per le Mutilazioni Genitali Femminili, scopriamone le linee guida italiane La Legge 9 gennaio 2006, n. 7 (Disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazioni genitali femminile), prevede all'art. 4 che il Ministero della salute emani Linee guida destinate alle figure professionali sanitarie e ad altre figure, che operano con le comunità di immigrati provenienti da Paesi dove si effettuano pratiche di mutilazione genitale femminile. Mutilazioni genitali femminili: linee guida della International Continence Society Prof.ssa Alessandra Graziottin Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano Payne CK, Abdulcadir J, Ouedraogo C, Madzou S, Kabore FA, De EJ; Ethics Committee if the International Continence Society

Linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime

Le Linee Guida per la prevenzione ed il contrasto delle Mutilazioni Genitali Femminili(LG) sono uno strumento di lavoro a disposizione dei mediatori culturali per affrontare, in collaborazione con i servizi locali (sanitari, sociali, socio-sanitari, scolastici, etc.), pubblici e privati, i casi di MGF che s Il Ministro della Salute ha reso noto che la Commissione per la redazione delle linee guida per la formazione degli operatori sanitari, ha presentato una proposta di linee guida sul tema delle.. di Giovanni Chiarini - L'art. 583 bis c.p., introdotto dalla legge n. 7/2006, prevede due diverse fattispecie incriminatrici: la mutilazione degli organi genitali femminili e le lesioni agli. Linee Guida per le figure professionali, previste dalla legge stessa, e il lavoro degli ultimi anni del Ministero delle Pari Opportunità, relativo alla lotta contro le MGF. Infine si conclude riportando le sentenze italiane riguardanti le mutilazioni genitali femminili, antecedenti e successive la legge specifica del 2006 mutilazione genitale femminile per realizzare una attività di prevenzione, assistenza e riabilitazione delle donne e delle bambine già sottoposte a tali pratiche Premessa 1. Le mutilazioni genitali femminili 2. Le mutilazioni genitali femminili in Italia 3. La legislazione 4. Linee Guida 5. Bibliografi

prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile e prevede all'art. 4 che il Ministero della Salute emani le Linee Guida destinate alla Formazione del personale sanitario e professionale che opera con le comunità di immigrati provenienti da paesi dove sono state effettuate le M.G.F. Codiceappalti.it è il primo portale interamente dedicato al Codice dei Contratti Pubblici. CodiceAppalti.it fornisce formazione in aula e in house e Consulenza illimitata a forfai Mutilazioni genitali femminili, in arrivo Linee guida per gli operatori sanitari. Ogni donna deve sapere che solo lei può decidere della propria vita e del proprio corpo. Lo ha affermato il ministro della salute Livia Turco intervenendo ad un convegno organizzato dal Ministero dei diritti e delle pari opportunità in occasione della Giornata mondiale per l'eliminazione delle mutilazioni.

Mutilazioni Genitali Femminili: Tolleranza Zero - La

Parsec (a cura di) Linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime di Mutilazioni Genitali Femminili o altre pratiche dannose per operatori dei Cpsa (Centri di primo soccorso e accoglienza) Cda (Centri di accoglienza) e dei Cara (Centri di accoglienza per richiedenti asilo), 201 Linee guida per realizzare attività di prevenzione, assistenza e riabilitazione delle donne e delle bambine già sottoposte a pratiche di mutilazione genitale femminile [2007] DECRETO 17 dicembre 2007 [2007] Mutilazioni genitali femminili; SaPeRiDoc. Mutilazioni genitali femminili; Articoli di riviste o libri. Quaderni ACP. Le mutilazioni. Le mutilazioni genitali femminili riguardano in primis l'area vulvare, di pertinenza dei chirurghi plastici ricostruttivi - fa notare Stefania de Fazio, presidente del Summit e coordinatrice con Massimiliano Brambilla del Capitolo di Chirurgia Genitale Femminile e Maschile della SICPRE - «Le mutilazioni dei genitali femminili (MGF) sono una pratica tradizionale presente in 28 paesi dell'Africa Sub-sahariana e in Egitto, che consiste nell'ablazione totale o parziale del clitoride, delle piccole labbra e - nella forma nota con il nome di infibulazione - nelle cucitura delle grandi labbra in modo da restringere l'apertura vaginale lasciando solo un piccolo foro per il.

Linee guida sulle mutilazioni genitali femminili e altre

II. FORME E CONSEGUENZE DELLA MUTILAZIONE GENITALE FEMMINILE 2. La nozione di FGM comprende tutte quelle pratiche che prevedono la parziale o totale rimozione dei genitali femminili esterni, o altre lesioni agli organi genitali femminili, compiute per ragioni tradizionali, culturali o religiose e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile , pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 14 del 18 Gennaio 2006 1. L'art. 4 della sopra citata legge prevede che il Ministero della Salute emani Linee guida 2 destinate alle figure professionali sanitarie e alle altre figure professionali che operano con le comunità d Parole chiave: mutilazioni genitali femminili, classificazione MGF, diagnosi di MGF, complicanze MGF, centro di riferimento regionale MGF L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce Mutilazioni dei Genitali Femminili tutte quelle procedure che provocano la rimozione totale o parziale dei genitali esterni femminili e qualsiasi lesione prodotta su di essi per motivi non terapeutici PREVENIRE le mutilazioni dei genitali femminili/escissione II modulo (1 giornata): Strada facendo. PRENDERSI CURA delle mutilazioni dei genitali femminili/escissione Si prevede, in un secondo momento, una formazione sul campo, residenziale per alcuni giorni, destinata ad un gruppo ristretto di partecipant

PRIMO SUMMIT INTERDISCIPLINARE SULLE MUTILAZIONI GENITALI

Napoli, alla Federico II il primo summit interdisciplinare sulle mutilazioni genitali femminili In foto Stefania De Fazio Lunedì 25 novembre, Giornata Internazionale Contro La Violenza delle Donne, nell'Aula Magna Scuola di Medicina e Chirurgia Federico II di Napoli, si terrà il primo Summit interdisciplinare sulle mutilazioni genitali femminili 'Mutilazioni Genitali Femminili', è l'evento, organizzato dal Comitato Unico di Garanzia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II con la SICPRE - Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Rigenerativa ed Estetica, che vede esperti al confronto

Video: Mutilazioni genitali - Ministero Salut

Sudan, vietate finalmente le mutilazioni genitali

Mutilazioni Genitali Femminili Cosa sono, perché, paesi

  1. ili (MGF):il ter
  2. ili e i matrimoni forzati sono infatti forme di violenza contro le donne basate sul genere che possono - se riferibili alla donna richiedente asilo - costituire atti di persecuzione ai sensi della Convenzione di Ginevra delle Nazioni Unite sullo statuto dei rifugiati del 1951, e della Direttiva Qualifiche dell'Unione Europea
  3. istro per la Salute: L'espressione delle diverse culture trova un limite nel rispetto dei diritti umani ROMA - Il
  4. ili.Chair Woman del progetto, Stefania de Fazio, medico specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica
  5. ili (L.7/2006) per prevenire e contrastare le pratiche di mutilazione genitale fem
  6. ile e Maschile della SICPRE, la Sezione Mutilazioni genitali fem

definitiva RACCOMANDAZIONI PER I PROFESSIONIST

  1. ili: è questo l'obiettivo del lavoro coordinato da Christopher K. Payne e Jas
  2. ili: cosa dice la legislazione italiana. In Italia tutte le forme di mutilazioni genitali fem
  3. ile per realizzare una attivita' di prevenzione, assistenza e riabilitazione delle donne e delle bambine gia' sottoposte a tali pratiche
  4. ili (MGF) comprendono una serie di antiche quanto violente pratiche che consistono nell'a-sportazione totale o parziale dell'apparato genitale fem
  5. ili. Soprattutto per quanto riguarda la gestione del rapporto paziente - operatore sanitario. Il personale sanitario intervistato (medico, infermiere, ostetrica, assistent
  6. ili.Chair Woman del progetto, Stefania de Fazio, medico specialista in Chirurgia Plastica.

Art. 583 bis codice penale - Pratiche di mutilazione degli ..

Siamo liete di annunciarvi che il dipartimento delle Pari Opportunità ha pubblicato le Linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime di mutilazioni genitali femminili o altre pratiche dannose a cura di Trama di terre, Associazione Parsec Ricerca e Interventi Sociali, Parsec Coop. Soc., Università di Milano-Bicocca, A.O. San Camillo Forlanini, Nosotras Onlus Le mutilazioni genitali femminili, eseguite principalmente su bambine tra i 4 e i 14 anni di età, comprendono diverse operazioni che prevedono la rimozione parziale o totale dei genitali femminili esterni.Le donne che subiscono questa pratica, riconosciuta a livello internazionale come una violazione dei diritti umani, rischiano gravi danni fisici, talvolta irreversibili, oltre a pesanti. Le mutilazioni genitali femminili (MGF), sono pratiche tradizionali che vengono eseguite in vari paesi con finalità non terapeutiche, e possono ledere fortemente la salute psichica e fisica di bambine e donne che vi sono sottoposte.Trovano la loro diffusione in diversi paesi africani, medio orientali, in Indonesia, in Malesia, ma spesso solo presso alcuni gruppi etnici presenti in tali paesi. Le linee guida previste dalla Direttiva Prodi-Finocchiaro del 1997, preveda la punibilità delle mutilazioni genitali femminili e non solamente la possibilità di ricondurre le stesse alla fattispecie delle lesioni personali gravi e gravissime previste dagli artt. 582 e 583 c.p In occasione della giornata mondiale contro le mutilazioni genitali femminili, il 6 Febbraio 2017, AIDOS (Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo), ha lanciato una piattaforma web europea per cercare di porre fine a questa forma di violenza sulle donne e fornire un supporto alle vittime attraverso la formazione di operatori sanitari che si trovano ad affrontare la tematica da vicino

Giornata mondiale contro le mutilazioni genitali femminili: qualcosa sta cambiando (in meglio) Oltre 25 milioni di persone in circa 18 mila comunità in 15 Paesi hanno pubblicamente ripudiato la. La donna vittima di mutilazioni genitali femminili è vittima di violenza di genere e come tale meritevole di riconoscimento della protezione internazionale, perché trattasi di soggetto che ha diritto all'ottenimento dello status di rifugiato politico ai sensi della Convenzione di Ginevra.Ai sensi dell'art. 14 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 1948 ogni individuo ha. Mutilazioni genitali femminili, in Sudan diventano reato: Un grande passo per le donne, ma servirà adesso anche un cambiamento culturale - (Pratiche di mutilazione degli organi genitali femminili). - 1. In relazione alla commissione dei delitti di cui all'articolo 583- bis del codice penale si applicano all'ente, nella cui struttura è commesso il delitto, la sanzione pecuniaria da 300 a 700 quote e le sanzioni interdittive previste dall'articolo 9, comma 2, per una durata non inferiore ad un anno Mutilazioni genitali femminili: cura e prevenzione. Linee guida per operatrici e operatori sanitari, sociali ed educativi, a cura della Commissione Nazionale contro le mutilazioni genitali.

Salute della donna - Mutilazioni genitali femminili - Per

  1. ili e Protezione Internazionale. Scarica il VADEMECUM per Operatrici delle Case Rifugio e dei Centri Antiviolenza: linee guida e buone pratiche per accogliere adeguatamente donne e bambine migranti che hanno subito MGF o sono a rischio di subirle: clicca qui. CONTATTACI
  2. ili (in particolare l'infibulazione) vengono molto spesso considerate parte di alcune culture religiose, prevalentemente islamiche. In realtà si praticano in società di religione sia islamica che politeista e cristiana (copta, cristiana ortodossa, protestante, giudaica) , pur essendo pubblicamente condannate in ciascuna di esse
  3. ili, per poi progressivamente renderci conto come, invece, si possano, con relativa semplicità, estrapolare attraverso i Trattati e le Conferenze Internazionali, le linee guida al fine di un universale orientamento di tutti i professionisti che, in un.

AGS: APARTHEID infibulazione legge7/2006 LINEE GUIDA MGF mgf mutilazione mutilazioni genitali femminili razzismo violenza di genere Le MGF non sono solo un abuso sulla persona da un punto di vista fisico e psicologico ma anche l'annullamento dell Mutilazioni genitali femminili, in 24 Paesi su 29 è fuori legge. Il 6 febbraio si celebra la Giornata Mondiale contro una pratica ancora molto diffusa nel mondo e che ha bisogno di misure di. È online, sul sito del Dipartimento Pari Opportunità, l'avviso per l'affidamento di un servizio finalizzato alla predisposizione di apposite linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime - spesso giovani e giovanissime - di mutilazioni genitali femminili o di altre pratiche lesive o discriminatorie, provenienti dai Paesi quali Nigeria, Somalia, Eritrea, Mali e Ghana

Mediazione interculturale e mutilazioni genitali femminili

  1. ili. Quando questa pratica sarà completamente debellata, gli effetti positivi si riverberanno sulle società intere: donne e ragazze potranno recuperare la loro salute, i diritti umani ed il loro vasto potenziale
  2. ili. Mattesini (PD): Sconfiggerle è un impegno che va mantenuto Così il capogruppo Pd in commissione bicamerale Infanzia e membro della commissione Sanità in un.
  3. ili sono pratiche rituali che vengono eseguite in numerosi paesi dell'Africa sub-sahariana, per motivi non terapeutici; consistono nella rimozione totale o parziale dei genitali esterni, o in gravi lesioni dei genitali stessi. Ledono fortemente la salute psichica, fisica e sessuale delle donne che le subiscono
  4. ili per l'attuazione di quanto previsto dall'art. 4 in.
  5. A.I.C.O. nasce il 05 febbraio del 1988 con lo spirito di chi vuole conoscere, confrontarsi con altre realtà del settore, allargare le frontiere del sapere e del saper far fare, valorizzare l'attività infermieristica in sala operatoria e favorire la formazione degli infermieri e degli operatori che ne fanno parte

DONNE - MUTILAZIONI GENITALI - OSSERVATORIO P.O. E POL. DI GENERE AUSER: TOLLERANZA ZERO CONTRO MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI (2018-02-06) Il 6 febbraio - si legge in una nota dell'Osservatorio Pari Opportunità e politiche di genere di Auser Nazionale - in occasione della giornata mondiale contro le mutilazioni genitali femminili istituita dalle Nazioni Unite Necessitano di un percorso di accompagnamento al riconoscimento di emozioni nuove quali: rancore verso i genitori, senso di abbandono, non protezione, paura della sessualità, incubi, etc che possono essere classificabili in un Disturbo Post-traumatico da Stress (Linee Guida per il riconoscimento precoce delle vittime di mutilazioni femminili o altre pratiche dannose, 2019) Con l'espressione mutilazioni genitali femminili (MGF) vengono indicati quegli interventi che prevedono l'asportazione parziale o totale di genitali esterni e le conseguenti lesioni agli organi.. PRIMO SUMMIT INTERDISCIPLINARE . SULLE MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI . Lunedì 25 novembre, Giornata Internazionale Contro La Violenza delle Donne, presso l'Aula Magna Scuola di Medicina e Chirurgia Federico II di Napoli, si terrà il Primo Summit Interdisciplinare sulle Mutilazioni Genitali Femminili.Chair Woman del progetto, Stefania de Fazio, medico specialista in Chirurgia Plastica. L'OMS individua 4 tipi di mutilazioni genitali femminili: I - rimozione del cappuccio o prepuzio clitorideo (la piega della pelle attorno al clitoride) con asportazione parziale o totale del clitoride stesso. II - rimozione delle piccole labbra, con asportazione parziale o completa del clitoride e delle grandi labbr

Mutilazioni genitali femminili. Linee guida: la rete elabora degli strumenti per operatori del settore e per istituzioni in collaborazione con professionisti / associazioni professionali. Centri di consulenza nazionali. TERRE DES FEMMES Schweiz Tel. 031 330 80 43 Le linee guida forniscono informazioni pratiche ed essenziali sul modo in cui ci si debba comportare di fronte a presunte vittime di mutilazioni genitali femminili, matrimoni forzati o altre pratiche dannose, e su come promuovere il loro accesso a risorse adeguate e sicure, nonché alla protezione internazionale per ragioni legate alla violenza subita Inutile negare, il tema non è dei più gradevoli. Tuttavia, le mutilazioni genitali femminili sono una pratica tuttora eseguita in molti Paesi del mondo e anche una concreta minaccia per tante.

Mutilazioni genitali femminili, linee guida per gli

Mutilazioni genitali femminili : cura e prevenzione : linee guida per operatrici e operatori sanitari, sociali ed educativi / [a cura della Commissione nazionale contro le mutilazioni genitali femminili, Dipartimento per le Pari Opportunità]. - [S.l. : s.n.], stampa 2001 Infine stabiliscono linee guida destinate c'è un data base che riporta tutti i servizi offerti a livello regionale a donne e bambine sottoposte a pratiche di mutilazione genitali femminile Impone agli Stati membri di fornire una risposta alla violenza contro le donne, comprese le mutilazioni genitali femminili, in modo da consentire alle autorità competenti di prevenire, indagare, punire e risarcire le vittime di tali atti; inoltre gli Stati devono provvedere alla protezione di donne e ragazze a rischio (articolo 5) Il testo delle Linee Guida è strutturato in due parti: una di carattere socio-antropologico che introduce alla tematica delle mutilazioni genitali femminili, illustrandone le profonde motivazioni psicologiche, economiche, sociali e culturali; le caratteristiche del fenomeno in Italia e gli strumenti giuridici disponibili per contrastarlo; l'altra costituita dalle vere e proprie Linee Guida.

LINEE GUIDA MGF Archives - Lo Spallanzan

POST PRIMO SUMMIT INTERDISCIPLINARE SULLE MUTILAZIONI GENITALI FEMMINILI - 25 NOVEMBRE 2019 Un successo straordinario di affluenza: posti in piedi in aula magna alla Federico II per il primo summit contro le mutilazioni genitali femminili: più di 600 spettatori in sala per assistere a un evento La Legge 9 gennaio 2006, n.7 recante Disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile al comma 1 dell'art.4 prevede che il Ministero della Salute emani linee guida destinate alle figure professionali sanitarie nonché ad altre figure professionali che operano con le comunità di immigrati provenienti da Paesi dove sono effettuate le pratiche di mutilazioni genitali femminili

Per i diritti delle donne, contro la violenza - Puntodonne

6 febbraio: insieme contro le Mutilazioni Genitali Femminili

Le mutilazioni genitali femminili (MGF) sono un fenomeno vasto e complesso, che include pratiche tradizionali che vanno dall'incisione all'asportazione, parziale o totale, dei genitali femminili esterni. Bambine, ragazze e donne che le subiscono devono fare i conti con rischi gravi ed irreversibili per la loro salute Mutilazioni genitali femminili: un approccio transculturale per una nuova c. derivare linee guida spendibili nel lavoro futuro. Sono stati attivati 7 gruppi di donne straniere, ciascuno omogeneo per nazionalità delle partecipanti. I gruppi nazionali individuati. Mutilazioni genitali femminili. Un portale che mette a disposizione dati, documenti, strumenti di ricerca e di formazione per approfondire la conoscenza delle pratiche di MGF

UNHCR - FGM Archivi - UNHC

Sudan, la mutilazione genitale femminile diventa reato: si rischiano fino a tre anni di carcere. GUIDA ALLO SHOPPING. Prime Day Amazon 2020, ecco la data e le offerte da non perdere Appunti di Infermieristica. Home; Informazioni Generali; Contatti; Programmi Tirocinio Università; Documentazione infermieristic Mutilazioni Genitali Femminili, 2011Misiti M., Rinesi F., Conoscenze e immagini delle Mutilazioni Genitali Femminili: un'indagine sugli operatori dei servizi territoriali del Lazio in Rivista di Sessuologia, Vol. 36 - n. 2-3, 2012 Parsec (a cura di) Linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime d

Gli atti di mutilazione genitale femminile (di seguito denominati MGF) costituiscono atti di persecuzione per motivi di appartenenza ad un determinato gruppo sociale e, se accertato che tali atti siano specificamente riferibili alla persona della richiedente, costituiscono il presupposto per il riconoscimento dello status di rifugiato ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 2 e seguenti. Il Rapporto al Ministro della Salute, contenente, così come previsto dall'art. 4 della legge n. 7/2006, la proposta di Linee Guida destinate alle figure professionali sanitarie e ad altre figure professionali che operano con le comunità di immigrati , per la prevenzione e il contrasto delle Mutilazioni Genitali Femminili e il sostegno alle donne che ne sono state vittime sarà presentato. Mutilazioni genitali femminili, a tal punto ho valutato che allo stato attuale non esistevano linee guida di chirurgia plastica ricostruttiva rigenerativa ed estetica adeguate a costituire. Un successo straordinario di affluenza: posti in piedi in aula magna alla Federico II per il primo summit contro le mutilazioni genitali femminili: più di 600 spettatori in sala per assistere a un evento emozionale educativo, realizzato in un format tutto nuovo d'approccio olistico dedicato a Bogaletch Gebre, l'attivista africana per i diritti delle donne morta lo scorso 2 novembre a Los.

Salute della Donna - La Review dell'Ostetric

Secondo uno studio recente condotto dall'Università degli Studi di Milano - Bicocca confluito nelle Linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime di mutilazioni genitali femminili o altre pratiche dannose nel nostro Paese il numero di donne straniere maggiorenni con mutilazioni genitali femminili si attesta tra le 46mila e le 57mila unità Le linee guida rappresentano un anello importante di questa strategia, in quanto rife-rimento scientifico solido, - Mutilazioni genitali femminili 98 - Violenza domestica 99 - Screening per la salute mentale 101. 9 Gravidanza fisiologica Screening dei problemi ematologici 10 genitali 1. Le mutilazioni genitali femminili, una persecuzione ai sensi della Convenzione di Ginevra L'attenzione dell'opinione pubblica internazionale è stata portata, a più riprese, sulla pratica delle mutilazioni genitali femminili e sulle conseguenze drammatiche di queste pratiche dal punto di vista fisico, psicologico e sociale

Prevenzione e promozione della salute nell’ottica migratoria

Mutilazioni genitali femminili - nsis

Tolleranza zero per le Mutilazioni Genitali Femminili Pubblicato in Area salute della donna. Il 6 febbraio è la giornata mondiale di lotta contro le mutilazioni genitali femminili ( MGF), riconosciute a livello internazionale come violazione dei diritti umani delle donne Fornire delle indicazioni agli operatori impegnati nell'accoglienza dei richiedenti asilo su come comportarsi di fronte a presunte vittime di mutilazioni genitali femminili, matrimoni forzati o altre pratiche dannose, e su come promuovere il loro accesso a risorse adeguate e sicure e alla protezione internazionale per ragioni legate alla violenza subita: sono questi gli obiettivi delle Linee. Le linee guida sono formate da due parti interdipendenti: una di carattere socio-antropologico che introduce alla tematica delle mutilazioni genitali femminili, illustrando le profonde motivazioni psicologiche, economiche, sociali e culturali, le caratteristiche del fenomeno in italia, gli strumentigiuridici disponibili per contrastarlo; l'altra costituita dalle vere e proprie linee guida. In occasione della Giornata Internazionale contro le Mutilazioni Genitali Femminili, come Cisl, ribadiamo la necessità di rendere sempre più consapevoli le comunità di migranti che vivono in Italia, in particolare quelle che provengono dalle aree dove il fenomeno è più diffuso, sul rischio per la salute fisica e psicologica di migliaia e migliaia di bambine e ragazze che vengono. {{Le linee guida}} partono dalla descrizione delle MGF, definite come le forme di rimozione parziale o totale dei genitali femminili esterni o altre modificazioni indotte agli organi genitali femminili, effettuate per ragioni culturali o altre ragioni non terapeutiche e ne illustrano i vari tipi, elencano i Paesi nei quali vengono praticate, raccontano le origini storico-culturali del.

8 Marzo anche come Giornata Europea contro il Discorso dQS - Quotidiano Sanità: Piemonte
  • Grammy 2017.
  • Nous étions soldats youtube.
  • Schiacciapatate wmf.
  • Fisico a rettangolo costume.
  • Quando un uomo ti tocca i capelli.
  • Diritto voto donne italia.
  • Barba hipster calvo.
  • Figli della libertà streaming.
  • Significato della tenda del convegno.
  • Wyndham new yorker hotel recensioni.
  • Ben laden cia.
  • Bebe rexha flamur rexha.
  • Finestra in ferro fai da te.
  • Blur a photo online.
  • Autografo ronaldo inter.
  • Samsung galaxy transfer.
  • Le 10 piaghe d'egitto spiegate ai bambini.
  • Onomastico 4 novembre.
  • Kfc investimento.
  • Gres porcellanato effetto legno rettificato prezzi.
  • I bambini di heidi.
  • Isola della danimarca cruciverba.
  • L'attaccamento conduce alla gelosia.
  • Lettura veloce pdf.
  • Bioparco roma recensioni.
  • Italiano per principianti film.
  • Prostatectomia radicale convalescenza.
  • Insalaterie new york.
  • 47 ronin streaming ita altadefinizione.
  • Come curare la psoriasi.
  • Piumino patrizia pepe 2017.
  • Caratteristiche fisiche e psicologiche di pandora.
  • Footlocker fisketorvet.
  • Cabine telefoniche catania.
  • Yakutsk weather.
  • North korea wiki.
  • Austria prefisso telefonico nazionale.
  • Malocchio napoletano.
  • Lettera mamma tumblr.
  • Moto gta 5 online.
  • Microsoft excel download gratis.